domenica 18 settembre 2016

La natura di Dio


Risultati immagini per infinito jpg

Sto per scrivere quello che probabilmente sarà il post più importante della mia vita. Mi sono svegliato e sono entrato in doccia... Come spesso mi accade inizio a sentire armonie e melodie musicali, sono un compositore/musicista e non posso spiegarvi come succede perché è tutto molto spontaneo, so solo che qualcosa scorre così bene dentro che autonomamente inizia a comporre quelli che inizialmente sembrano suoni confusi. Tutto diventa armonico entro poco. Spesso è anche il processo con cui alla fine comporrò un brano. Accade in un istante, come un sogno. Poi sviluppo.

Oggi credo di aver appena avuto una folgorazione. Dopo anni e anni di ricerca, basata sull'unire i puntini riguardo storia, religioni, archeologia, astronomia, quantistica, biologia, filosofia e psicologia, credo di essere giunto alla comprensione della natura di Dio. Non vi preoccupate non mi sono montato la testa hehe... E' stato letteralmente un attimo, un input cerebrale veloce come un sogno appunto, qualche frazione di secondo... Ma sono per la prima volta riuscito a catturarlo. Ho catturato quell'attimo e TUTTO era perfettamente chiaro e logico. Provo quindi a scriverlo sperando di riuscire a condividerlo con voi:

Sapete che in tutte le culture si parla spesso de "l'Istante Presente". Si può dire Carpe diem quem fugit, cogli l'attimo che fugge, oppure un altro concetto similare sempre in latino: Dum loquirum fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero, ovvero: Mentre si parla, il tempo è già in fuga, come se ci odiasse! Così cogli la giornata, non credere al domani. I Buddhisti, Taoisti, Scintoisti, e chi più ne ha ne metta, predicano da sempre l'istante presente. Il cristianesimo lo fa tramite sia Cristo che il Vecchio Testamento Biblico. Quello che conta per i cristiani accade adesso, perciò occorre vegliare perché nessuno sa quando arriva l'ora per lui.

giovedì 25 agosto 2016

Proxima b, Nature: “Scoperta un’altra Terra potenzialmente abitabile a 4,2 anni luce da noi. Possibile che ci sia acqua”

Proxima b, Nature: “Scoperta un’altra Terra potenzialmente abitabile a 4,2 anni luce da noi. Possibile che ci sia acqua”

"Se ulteriori ricerche concluderanno che le condizioni della sua atmosfera sono adatte a sostenere la vita, questa è verosimilmente una delle più importanti scoperte scientifiche che abbiamo mai fatto", ha commentato uno degli autori della ricerca, John Barnes della Open University


Un pianeta potenzialmente abitabile che sembra simile alla Terra è stato scoperto da una squadra internazionale di ricercatori: si tratta di Proxima b, che orbita intorno alla stella più vicina al sistema solare, cioè Proxima Centauri. È quanto emerge da uno studio pubblicato dalla rivista Nature. Stando allo studio il pianeta, individuato usando mezzi gestiti dall’Osservatorio europeo australe (Eso) e altri telescopi, è grande 1,3 volte la terra e ha unatemperatura compatibile con l’esistenza dell’acqua sulla sua superficie.

sabato 23 luglio 2016

Il Microchip su RAI 1


Incredibile!! il TG1 (RAI) parla apertamente del Microchip RFID

Vi riporto a questo articolo di SEGNALI DAL CIELO riguardo il Microchip sottocutaneo (RFID).

Ne abbiamo parlato spesso ma la novità direi è che questa volta compare sul TG di RAI 1.

VIDEO e ARTICOLO su RFID
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...