martedì 3 marzo 2015

Come vennero scelti i 4 Vangeli sinottici? Il Concilio di Nicea

Parlare del Concilio di Nicea richiede Post e Post per poter approfondire quelle che oggi sono dottrine cristiane e cattoliche spesso.

Molti protestanti vengono definiti tali dalla Chiesa Cattolica e ne fanno quasi un vanto dicendo che non sono "schiavi" di Dogmi esterni alla Parola di Dio (La Bibbia) quando non si rendono contro che tutte le loro credenze sono fondate sul Concilio di Costantino I° al Concilio di Nicea e che molte delle loro riforme non hanno cambiato niente di queste scelte in sostanza.



Se volete comprendere, con una prima infarinatura, di cosa si tratta esattamente vi rimando al link di Wikipedia che è abbastanza esaustivo sull'argomento, sappiate che parliamo comunque del 325 d.C.: http://it.wikipedia.org/wiki/Concilio_di_Nicea_I

Quello che invece interessa particolarmente a me oggi, è farvi capire come sono stati scelti i 4 Vangeli che leggiamo tutt'oggi e il perché. Questo poiché mi sto mettendo a studiare anche i Vangeli considerati "apocrifi" e, dalla loro lettura anche rapida, si comprende bene che descrivono il Cristo come una persona diversa dal quella dei 4 "Ufficiali" per le chiese cristiane. Ovviamente in molti di questi "esclusi" viene descritto un Cristo umano, meno divino ma ben consapevole della sua natura divina, reincarnazionista in alcune dottrine ed innamoratissimo di Maria Maddalena.



Un primo metodo fu questo, spesso citato anche da Voltaire che ironizzava spesso sulla questione:

«I Padri del Concilio distinsero tra libri delle Scritture e apocrifi grazie a un espediente piuttosto bizzarro: avendoli collocati alla rinfusa sull'altare vennero detti apocrifi quelli che caddero in terra.»

Un'altro sistema adottato fu quello di rimetterli sul tavolo e lasciare scendere delle Colombe dopo averle benedette. Dove si posavano significava che i libri fosse Vangeli ispirati dal Signore. C'è chi racconta che si posarono sugli stessi non caduti nella prima prova ma la storia ci insegna che in realtà a Costantino interessava una cosa sola per rafforzare il suo potere politico e la sua influenza sull'Impero Romano: Provare la divinità di Cristo. I 4 Vangeli detti in seguito Sinottici, descrivono infatti Cristo come Dio in Terra. Ma gli altri 14 apocrifi no.

L'unico storico che tratta il periodo di Cristo, avendo visto nel post precedente che gli altri 3 famosissimi non ne fanno nemmeno menzione storica dice, parlando dei cristiani in una sua celebre lettera a Traiano all'inizio del II° secolo e quindi due prima del concilio di Nicea, che "cantano un inno a Cristo come a un dio".

Questa è l'unica frase che viene usata storicamente per dire che le accuse contro l'erroneità delle scelte del Concilio di Nicea sono infondate. La realtà è che basta saper leggere l'Italiano per capire che, anche se Plinio fosse credibile cosa che spesso non è, cantare un inno ad un uomo come a un dio non significa credere che sia un dio ma "COME". Basta pensare oggi alla venerazione e talvolta adorazione dei teenagers nei confronti del loro beniamino di turno. Lo adorano come un dio.

Riprenderemo il discorso perché nei giorni a seguire affronteremo il Vangelo di Filippo che parla di Gnosi, Reincarnazione, Quantistica. Il tutto senza mai sminuire la figura di Cristo, anzi.

Ai prossimi giorni... Tenetevi duri!






3 commenti:

  1. Caro signore, lei ha ragione solo in parte: Cristo non è Dio. I vangeli non parlano di Gesù come a Dio ma come figlio di Dio. Perciò non sono i vangeli errati, ma l'interpretazione che venne fatta per votazione nel concilio di Nicea. Le consiglio di approfondire cosa successe ai vescovi che erano favorevoli a votare x come Gesù figlio di Dio. L'angelo Gabriele annuncio a Maria..( sarai la madre del figlio di Dio ) e non come dice ,ave Maria cattolica. (ave Maria Madre di Dio). Gesù stesso disse : Il Padre mio è superiore a me! ..Padre perchè mi hai abbandonato; oppure Ascendo presso il Padre mio.........Le consiglierei di leggere bene i Vangeli .........quelli apocrifi vengono scritti dopo quelli canonici da falsi cristiani ........E S. Paolo ne parlava nelle sue lettere. Poi le consiglio di leggere anche i 5 libri di Ireneo da Lione..Ed annotare cose dice a pagina 100 versetto (forse ) 25.....Parla di gnostici che usavano le immagini per predicare e festeggiare....etc etc.......

    RispondiElimina
  2. Caro signore, lei ha ragione solo in parte: Cristo non è Dio. I vangeli non parlano di Gesù come a Dio ma come figlio di Dio. Perciò non sono i vangeli errati, ma l'interpretazione che venne fatta per votazione nel concilio di Nicea. Le consiglio di approfondire cosa successe ai vescovi che erano favorevoli a votare x come Gesù figlio di Dio. L'angelo Gabriele annuncio a Maria..( sarai la madre del figlio di Dio ) e non come dice ,ave Maria cattolica. (ave Maria Madre di Dio). Gesù stesso disse : Il Padre mio è superiore a me! ..Padre perchè mi hai abbandonato; oppure Ascendo presso il Padre mio.........Le consiglierei di leggere bene i Vangeli .........quelli apocrifi vengono scritti dopo quelli canonici da falsi cristiani ........E S. Paolo ne parlava nelle sue lettere. Poi le consiglio di leggere anche i 5 libri di Ireneo da Lione..Ed annotare cose dice a pagina 100 versetto (forse ) 25.....Parla di gnostici che usavano le immagini per predicare e festeggiare....etc etc.......

    RispondiElimina
  3. piccolo refuso da correggere: 4 vangeli "canonici"
    i "sinottici" sono 3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...