lunedì 25 marzo 2013

L'INFERNO esiste?

 
L’inferno tra i cristiani è l’annuncio, il dogma, che gode di minore simpatia e non ha molti credenti: solo una minoranza (così appare da recenti sondaggi) vi crede.
 
E’ vero che non è la maggioranza statistica dei fedeli che stabilisce la verità di un dogma, ma è anche vero che il “sensus fidelium”, “l’istinto di fede dei credenti”, nella Chiesa ha il suo peso e il Magistero deve tenerne conto.
 
Così il Concilio Vaticano II° descrive il “sensus fidelium”:
“La totalità dei fedeli che hanno ricevuto l’unzione dello Spirito santo (cf. i Gv. 2,20 e 27) non può sbagliarsi nel credere, e manifesta questa proprietà che gli è particolare mediante il senso soprannaturale della fede in. tutto il popolo, quando ‘dai vescovi fino agli ultimi fedeli laici’ (8) esprime l’universale suo consenso in materia di fede e di costumi. Infatti, per quel senso della fede, che è suscitato e sorretto dallo Spirito dì verità, il popolo di Dio, sotto la guida del sacro magistero, al quale fedelmente si conforma, accoglie non la parola degli uomini ma, qual è in realtà, la parola di Dio (Ct. i Tess. 2, 13),aderisce indefettìbilmente ‘alla fede una volta per tutte trasmessa ai santi’ (Giuda, 3), con retto giudizio penetra in essa più a fondo e più pienamente l’applica nella vita” (Lumen Gentium, 12).
 
Don Luciano Scaccaglia
 
“La Chiesa nel suo insegnamento afferma l’esistenza dell’inferno e la sua eternità. Le anime di coloro che muoiono in stato di peccato mortale, dopo la morte discendono immediatamente negli inferi, dove subiscono le pene dell’inferno, ‘il fuoco eterno’. La pena principale dell’inferno consiste nella separazione eterna da Dio, nel quale soltanto l’uomo può avere la vita e la felicità per le quali è stato creato e alle quali aspira” (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 1035).
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ora chiediamoci: DIO E' AMORE. Ma allora... Chi adorano i Cattolici e coloro che credono nell'Inferno? Si può adorare un Dio che amorevolmente permette al male di perdurare in eterno, di infliggere pene atroci ai suoi figli per cui Lui stesso è morto? Può essere la Giustizia dell'Amore questa?
 
Grazie a Dio no.
 
L'Inferno è una pura invenzione derivante da un bisogno di controllo sulle masse in un periodo in cui si vendeva l'anima a peso di offerte tramite le indulgenze. In effetti tutt'oggi è così. Nella Bibbia non esiste menzione di questo luogo e viene travisata la traduzione nelle nuove bibbie in italiano corrente con Ade, luogo di morte dei Greci. Viene descritto in Qoelet/Ecclesiaste 9 come un luogo dove non esiste NIENTE. Nessuna memoria di ciò che accade sotto il sole, fra la gente, nemmeno nel luogo stesso. La gente andando qui, si spegne e attende il ritorno di Dio che vivifica e riporta alla Vita. Chiamato anche Sceol è sempre la stessa cosa.
 
Nel Vangelo poi, Cristo stesso cita questo stato di Morte/Attesa del ritorno come la Geenna. Era la discarica degli ebrei. Alti forni che bruciavano 24h su 24 le spazzature. Le spazzature infatti venivano TERMINATE, CANCELLATE. Sulla Bibbia è infatti scritto che al male non verrà permesso di perdurare. Questa è Giustizia. Chi sceglie la Vita continua, chi sceglie la morte volontariamente scompare. Nessun Dio d'Amore potrebbe mai permettere che Satana vinca continuando tutta la vita a coltivare un suo piccolo orticello.
 
Da qui nascono poi altri concetti dogmatici come il Purgatorio, il Battesimo da Fanciulli per il Limbo e tutte dottrine legate che servono a "rimediare" a questo concetto infernale della vita dopo la morte. La Paura fa un grande effetto sulla gente.
 
Se siete Cristiani non abbiate paura, è già stata vinta. Un sacrificio solo per tutta l'umanità.
 
Ripetetevelo sempre quando avete dubbi: DIO E' AMORE.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...